virus header

 

1. Sopralluogo e Pianificazione dell’Intervento

Sopralluogo della struttura con indagine e ispezione degli ambienti e degli impianti di areazione/climatizzazione. Si passa quindi alla misurazione dei volumi
d’aria dei vari ambienti, con valutazione di raggiungimento di ogni luogo percorribile. Valutazione delle superfici, dei contenuti di arredo e delle merci.

  • scelta del miglior metodo di intervento e del prodotto più adeguato.
  • quantificazione dei prodotti e additivi da utilizzarsi.
  • calcolo del tempo di somministrazione.
  • pianificazione dei punti strategici ove posizionare gli apparati di sanificazione.

 

2. Intervento di sanificazione

Il metodo prevede l’abbinamento tra un’atomizzatore e un agente disinfettante microvaporizzanto ad una dimensione efficace per l’azione di annientemento degli organismi patogeni, effettuato ad una densità specifica per il volume d’aria e per gli elementi prensenti nell’abiente (o negli impianti, per lo più di areazione/climatizzazione).

CUBE 300px

A) il metodo principale prevede l’abbinamento dell’atomizzatore spray Clean Cube TS (registrato come dispositivo medico classe IIA) e il prodotto chimico disinfettante e biodegradabile Ox Air (uno speciale composto a base di acqua bioosmotizzata, perossido d’idrogeno stabilizzato e un complesso Ox Air che funge da catalizzatore). Tramite tale tecnologia, la soluzione disinfettante viene erogata nell’ambiente con una dimensione delle particelle di 0.3-0.5 μm.
Questa caratteristica testata e certificata rende possibile un’alta disinfezione oltre alla capacità di mantenere inalterati i valori di umidità degli ambienti garantendo così una disinfezione durevole, oltre a, ove si necessiti, idonei valori in ambiti produttivi (vedasi produzione alimentare).

Il metodo garantisce efficacia contro virus (ad es corona virus, epatiti, sars...), batteri, funghi e spore ed è indicato per disinfettare gli impianti aeraulici, uta, split, ambienti e qualsiasi superficie, oggetto e attrezzatura presente all’interno dei locali trattati; tale metodologia si rende operativa all’interno di locali chiusi e in assenza di persone. A fine erogazione è necessario lasciare agire la speciale soluzione disinfettante per circa 20 minuti, la sua degradazione è veloce e si dissolve completamente nell’aria, non viene generato alcun deposito e residuo. La soluzione è sicura e non occorre areare i locali prima di renderli nuovamente operativi.

I vantaggi degli intervento sono:

1. Velocità di esecuzione della disinfezione
2. Riduzione degli eventuali tempi di fermo produzione
3. Disinfezione elevata, oggettiva e certa e non più legata all’azione soggettiva di uno o più operatori
4. Prodotti disinfettanti atossici e biodegradabili a garanzia della sicurezza di chi utilizza, transita e lavora negli ambienti trattati

B) una seconda metodologia prevede l’utizzo sempre di un atomizzatore temporizzano o generatore di flusso, nel caso di intervento ad acqua, e una soluzione ad ozono (O3). L’ozono ossida i componenti delle cellule batteriche, una volta penetrato nella membrana, distrugge i componenti essenziali (enzimi, proteine, DNA, RNA), con un processo chiamato lisi.

 

3. Mantenimento dell’impianto sanificato

Successivamente all’intervento e periodicamente è possibile effettuare una serie di test di laboratorio per programmare altri interventi. Oppure pianificare interventi periodici di mantenimento, in base all’esposizione al rischio, alla frequentazione dei locali da parte di moltitudine di persone.

Video collegato

Video collegato

Video collegato

Video collegato

Video collegato

Richiedi intervento per disinfezione e sanificazione



batteri

virus

banner is impianti

Visitando questo sito web si autorizza l’impiego di cookie. Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.